https://i2.wp.com/www.leggere.it/tmpdocs/Fit_Fit_Normal_200X270_100/C9/C7/Cf/C6/d_97f6dff6-0c65-499e-9d27-3573b2cf40ce.png

Un libro di 1011 pagine letto in due sere prima di addormentarmi, cosa significa?! Questo è tutto – i racconti del cuscino di Cordelia Kenn ha attirato la mia attenzione in biblioteca per ciò che ho letto in quarta di copertina: “Non mi piacciono le storie che vanno avanti per pagine e pagine nello stesso modo, senza variazioni, senza mutamenti di ritmo, di idee, di musica, senza pause per poter riprendere fiato, quello mentale e quello emotivo. Mi piacciono le storie che sono come il tempo e il paesaggio inglese. Un posto dove niente rimane uguale a lungo, niente è mai troppo se stesso.” Inutile dire che mi ha letteralmente sedotta.

Tutto il libro è in realtà non tanto un veicolo per raccontare qualche storia, ma in questo caso, la storia stessa. Cordelia è incinta e intende raccogliere tutti i pezzi della sua vita scritti nero su bianco, come in un diario, dalla sua adolescenza fino a quel giorno. Poi, scrivere della sua gravidanza e via dicendo, fino a quando la figlia avrebbe compiuto 16 anni e a lei lo avrebbe regalato. Lo scopo era, a detta di Cordelia, vedere se le loro due vite combaciavano, era far capire alla figlia che l’adolescenza accomuna tutte le persone e che quindi se avesse avuto bisogno, avrebbe trovato nella madre, una spalla comprensiva e cosciente. La storia comincia quando Cordelia ha poco più di 15 anni e si innamora di William, così, tutto il libro sarà una raccolta di emozioni, speranze, sentimenti contrastanti, gioia, dolore e spensieratezza adolescenziale. Passeranno gli anni, gli amori, le amicizie e poi, arriverà il momento di mettere su casa e famiglia…con chi, Cordelia lo aveva saputo da sempre…

Innumerevoli pagine che si lasciano leggere d’un fiato e tengono sveglie la notte per continuare a vivere la vita di Cordelia che, pagina dopo pagina, ci ri-immerge nella nostra di adolescenza, mai troppo diversa da quella di chiunque altro. Ben scritto, interessante, intelligente, ben strutturato e divertente, anche se il finale lascia a bocca aperta..arriva inaspettato, come una tempesta estiva…va tutto bene, leggi di Cordelia e il suo amore, la sua vita…giri pagina e tutto cambia…e allora scende una lacrima (a chi ancora riesce ad emozionarsi per un libro…io si), la storia si capovolge, letteralmente e ti lascia sul cuscino con un’estrema tristezza.

Unica nota di demerito: il libro è composto di diverse parti (ma non voglio svelare troppo..) e il libro secondo è strutturato in modo particolare e da pagina 256 a 517 le pagine sono divise. Le pagine di sinistra raccontano una parte di storia, quelle di destra un’altra. Questo mette confusione ed è un meccanismo difficile da sopportare per così tante pagine; consiglio quindi di leggere prima quello di sinistra poi quello di destra. Una peculiarità che può essere divertente.

Voto: 9.5

Annunci